Linkedin

Seguici sui social

Abbiamo rinnovato i nostri canali social media. Seguici su

Iscriviti alla nostra newsletter

Facebook

Iscriviti alla nostra newsletter

Loading

È stata pubblicata sulla GUUE la Direttiva (UE) 2020/739 della Commissione, del 3 giugno 2020che modifica l’allegato III della direttiva 2000/54/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l’inserimento del SARS-CoV-2 nell’elenco degli agenti biologici di cui è noto che possono causare malattie infettive nell’uomo e che modifica la direttiva (UE) 2019/1833 della Commissione.

“Il SARS-CoV-2 può causare gravi malattie umane nella popolazione infetta, presentando un serio rischio in particolare per i lavoratori anziani e quelli con una patologia soggiacente o una malattia cronica. Attualmente non sono disponibili vaccini o cure efficaci, ma si stanno compiendo sforzi significativi a livello internazionale e finora è stato individuato un numero considerevole di vaccini candidati. Tenuto conto delle prove scientifiche più recenti e dei dati clinici disponibili nonché dei pareri forniti da esperti che rappresentano tutti gli Stati membri, il SARS-CoV‐2 dovrebbe quindi essere classificato come patogeno per l’uomo del gruppo di rischio 3. Vari Stati membri e Stati dell’EFTA nonché altri paesi terzi hanno iniziato ad adottare misure riguardanti la classificazione del SARS-CoV‐2 nel gruppo di rischio 3”.

L’allegato III della direttiva 2000/54/CE è modificato come stabilito nell’allegato della presente direttiva.

All’articolo 2 della direttiva (UE) 2019/1833, il paragrafo 1 è sostituito dal seguente:

«1.   Gli Stati membri mettono in vigore le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla presente direttiva entro e non oltre il 20 novembre 2021. Tuttavia, gli Stati membri mettono in vigore le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alle modifiche degli allegati V e VI della direttiva 2000/54/CE, nella misura in cui riguardano l’agente biologico SARS-CoV‐2, entro il 24 novembre 2020.

Essi comunicano immediatamente alla Commissione il testo delle disposizioni di cui al primo comma.

Le disposizioni adottate dagli Stati membri contengono un riferimento alla presente direttiva o sono corredate di tale riferimento all’atto della pubblicazione ufficiale. Le modalità del riferimento sono stabilite dagli Stati membri.».

Puoi consultare qui la direttiva.

Fonte: EUR LEX

Back to Top
Iscriviti alla nostra newsletter

Vogliamo rendervi sempre più partecipi delle nostre attività, idee e progetti, con l’attivazione del servizio newsletter. La registrazione è molto semplice, inserite la vostra mail e successivamente riceverete una mail di conferma di avvenuta registrazione.

Ai sensi del D. Lgs. 196/2003 e smi e dell’art. 7 Regolamento UE 2016/679, il sottoscritto:
* Campo obbligatorio

In qualsiasi momento l’Interessato potrà revocare i consensi sopra rilasciati, ferma restando la liceità dei trattamenti basati sui consensi prestati prima.
x
X