Linkedin

Seguici sui social

Abbiamo rinnovato i nostri canali social media. Seguici su

Iscriviti alla nostra newsletter

Facebook

Iscriviti alla nostra newsletter

Loading

La grande varietà di sostanze chimiche pericolose cui possono essere esposti i lavoratori del comparto edile richiede una scelta attenta e consapevole degli opportuni DPI, che dipende da un insieme di considerazioni. Il fact sheet redatto da INAIL , si propone quale documento di indirizzo tecnico-scientifico nel merito della gestione da rischio chimico nel comparto edile, in particolare la scelta dei dispositivi per la protezione della cute e i dispositivi per la protezione delle vie respiratorie.

“Il comparto dell’edilizia può rappresentare una fonte rilevante di esposizione occupazionale al rischio chimico, a causa dell’impiego di agenti chimici notoriamente riconosciuti come pericolosi per la salute e, più recentemente, di nuovi inquinanti collegati alla cosid-detta ‘edilizia verde’, da più parti identificati quali rischi emergenti. Già nel 2004, l’European Agency for Safety and Health at Work (Eu-Osha) evidenziava la possibile relazione tra malattie professionali e rischio chimico in edilizia, con particolare riferimento a silicosi e a gravi patologie respiratorie, a dermatiti professionali e, anche se meno frequentemente, all’asma allergica. Per alcune categorie di operai edili ci sono, poi, evidenze statistiche di un maggior rischio di sviluppare neo-plasie del polmone e delle cavità nasali, ed associazioni con l’esposizione a cancerogeni occupazionali. Oggi, l’Eu-Osha ha rimarcato, altresì, la necessità che tutti i settori lavorativi impegnati nella sostenibilità energetica garantiscano condizioni di lavoro sicure, sane e dignitose, al fine di contribuire a una crescita davvero intelligente, sostenibile e inclusiva.”

Clicca qui per consultare il documento

Fonte: INAIL

Back to Top
Iscriviti alla nostra newsletter

Vogliamo rendervi sempre più partecipi delle nostre attività, idee e progetti, con l’attivazione del servizio newsletter. La registrazione è molto semplice, inserite la vostra mail e successivamente riceverete una mail di conferma di avvenuta registrazione.

Ai sensi del D. Lgs. 196/2003 e smi e dell’art. 7 Regolamento UE 2016/679, il sottoscritto:
* Campo obbligatorio

In qualsiasi momento l’Interessato potrà revocare i consensi sopra rilasciati, ferma restando la liceità dei trattamenti basati sui consensi prestati prima.
x
X